Maremma On the Road

musei

Massa Marittima ha uno straordinario sistema museale che racconta il passato e la storia di una terra, fortemente segnata dall’attività mineraria e che ha valso alla città il nome di Massa Metallorum.

Dalle punte di freccia preistoriche ai buccheri etruschi, dalle sculture in pietra alle pale d’altare, dai macchinari da miniera agli strumenti del falegname: l’uomo ha lasciato tracce profonde del suo passaggio nelle Colline Metallifere.

  • Museo di San Pietro all’Orto. Collezione d’arte medievale
  • Museo della Miniera
  • Torre del Candeliere
  • Museo archeologico ‘Giovannangelo Camporeale’
  • Antica falegnameria
  • Aquarium Mondo Marino e Explora
  • Museo degli organi antichi

Museo di San Pietro all'Orto Collezione d'arte medievale

Valorizza il periodo storico-artistico più importante della città, quello che va dal ‘300 al ‘400, con l’esposizione di opere provenienti dalla Cattedrale e da altre chiese cittadine, come il Crocifisso ligneo e le sculture originali di Giovanni Pisano, le statue degli Apostoli e dei Profeti di Gano di Fazio, la vetrata di Pietro Lorenzetti, la Maestà di Ambrogio Lorenzetti dipinta su tavola, una Madonna con il Bambino, vicina alla maniera di Sano di Pietro e un Angelo annunziante, opera di Stefano di Giovanni detto il Sassetta.

Museo della miniera

E’ lo straordinario risultato della trasformazione di un’antica cava di pietra nella quale erano state ricavate tre gallerie utilizzate come rifugio durante la II Guerra Mondiale. Nel 1980 le gallerie sono state allestite da minatori che hanno riprodotto in modo realistico l’ambiente interno di una miniera. Il percorso museale si snoda per circa 700 metri, attraverso gallerie secondarie e principali dove sono visibili diverse tipologie di armature poste a sorreggere le volte, con la documentazione delle differenti tecniche di estrazione del minerale. Vi sono esposti anche numerosi strumenti da lavoro, macchinari e vagoni ancora in uso fino a pochi anni fa, oltre ad una ricca raccolta di minerali del territorio massetano.

Torre del candeliere e Cassero Senese

La Torre del Candeliere fu eretta nel 1228 con la funzione sia di controllo sul territorio sia per affermare l’autorità del Comune di Massa Marittima che si era da pochi anni emancipato dal dominio del Vescovo-principe. All’inizio del XV secolo sulla Torre fu posta una campana, sostituita nel 1760 da quella attuale, mentre nel 1443 sul lato orientale fu posto un orologio il cui meccanismo è visibile all’interno della Torre. Il percorso di visita della Torre permette di camminare lungo l’arco e su un tratto delle mura del Cassero, dal quale si gode il panorama della città e del mare fino all’Isola d’Elba.

Museo archeologico Giovannangelo Camporeale

Il Museo Archeologico si trova nell’antico Palazzo del Podestà dell’inizio del XII secolo, che si affaccia sulla Piazza del Duomo. Al suo interno una raccolta che va dal paleolitico inferiore fino all’età etrusca; il pezzo principale è la stele eneolitica di Vado all’Arancio, unico reperto di questo tipo presente in Maremma; i reperti etruschi provengono principalmente dagli scavi effettuati nel villaggio del lago dell’Accesa. Si tratta di vasellame da cucina, pesi da telaio, pesi da pesca e laterizi; sono inoltre presenti i corredi funebri rinvenuti nelle necropoli, armi in ferro e bronzo. Al piano terreno è inoltre allestita una sezione didattica con la ricostruzione di grotte a grandezza naturale: una paleolitica e una eneolitica.

Antica falegnameria

Situata in Cittavecchia è la ricostruzione fedele di un’antica falegnameria tradizionale, nella quale sono esposti gli strumenti provenienti da una vecchia bottega di Gerfalco appartenuta per cinque generazioni alla stessa famiglia, dalla fine dell’Ottocento al 1990. Una sorta di vetrina sull’antica falegnameria al cui interno non è possibile entrare. 

Acquarium Mondo Marino e Explora
Museo degli squali e dinosauri

Il museo degli squali è centro di educazione ambientale marino e sede del Centro studi squali – Istituto scientifico che svolge attività di studi in Sud Africa, Madagascar, Djibuti e nel Mar Mediterraneo. Nell’area Aquarium si trovano 30 vasche tra mediterranee, tropicali e atlantiche e una splendida una vasca panoramica che riproduce una laguna tropicale con squali pinna nera e squali bamboo grigi. Le specie animali e vegetali da scoprire sono più di 150. Nel museo dei dinosauri si possono trovare dai pesci preistorici ai dinosauri con 20 rappresentazioni fedeli a dimensione reale.

Museo degli organi di Santa Cecilia

Una raccolta di strumenti musicali formata da antichi organi meccanici del ‘600, ‘700 e ‘800, oltre a clavicembali e fortepiani che documentano l’evoluzione tecnologica e stilistica del pianoforte, simbolo eminente della civiltà musicale occidentale. Nel museo è documentata è presente un clavicembalo italiano a due registri della seconda metà del Seicento con dipinto ad olio del XVIII secolo di scuola romana sulla parte interna del coperchio. Gli strumenti esposti nel museo vantano un raro esemplare di organo portativo di Carlo Traeri del 1686. Un organo positivo di Agostino Traeri del 1756. Due strumenti del Seicento Emiliano e dell’Italia centrale. Un magnifico esempio d’arte napoletana del 1742 di Domenico Magino. Un imponente organo siciliano del 1771 di Gaetano Platania.

STORIA
Massa Marittima ha una storia millenaria e lega le sue origini alle straordinarie risorse minerarie...
Scopri di più
Musei
Massa Marittima ha uno straordinario sistema museale che racconta il passato e la storia di una terra...
Scopri di più
Da Vedere
La Cattedrale, il Palazzo vescovile, il Palazzo comunale, la Fonte dell'abbondanza...
scopri di più